caorliega.business

26 ottobre 2009

IMMOBILIARE AMERICANO DROGATO DAGLI INCENTIVI STATALI $ 8.000 per OGNI PRIMA CASA ACQUISTATA

Filed under: Senza Categoria — previsionistampa @ 03:39

Più dell’80% dei mutui stipulati negli Usa sono ricomprati da Fannie Mae,  Mac e Ginnie Mae, entità government-sponsored (non c’è bisogno di traduzione) che non possono fallire e in effetti solo qualche mese fa sono state salvate dal Tesoro americano con 291 miliardi di dollari. Gli interessi per i mutui acquistati da Freddie, Fannie e Ginnie quindi sono più bassi e la Federal Reserve aiuta questa politica comprando gli strumenti finanziari emessi dal trio a fronte dei mutui garantiti da ipoteca sugli immobili. La Fed ha fatto shopping per 1.250 miliardi! Ogni anno, poi, la deduzione degli interessi sui prestiti vale 80 miliardi di dollari e droga, ovviamente, il mercato. Si possono inoltre dedurre le tasse sugli immobili (property tax) e non si pagano capital gain sulla vendita della casa fino a un valore di 500mila dollari. La politica di bassi tassi di interesse della Fed ha peraltro favorito – come è stato unanimamente riconosciuto – il formarsi della bolla, così come alcuni provvedimenti legislativi quale il Community Reinvestment Act che “incoraggia” le banche a concedere credito a chi non ne è meritevole per sovvenzionare il sogno di una magione per ogni americano. Di fronte a tutto ciò, che ha fatto il Congresso di Washington? Nel febbraio del 2009 ha riapprovato un bel credito di imposta di 8mila dollari pro capite a fondo perduto (prima era rimborsabile in 15 anni) per chi compra casa la prima volta: i sussidi hanno spinto il livello dei prezzi del mercato immobiliare – secondo uno studio di Goldman Sachs – a un livello del 5-10% superiore rispetto a quello che sarebbe accaduto in loro assenza e agevolato l’aumento di acquisti di abitazioni sul mercato secondario. Ora il timore è che, finiti gli incentivi, il mercato si sgonfi di nuovo e, allora, cosa sta facendo in questi giorni il gagliardo legislatore americano? Sta studiando come estendere i benefici fiscali per un altro anno o addirittura aumentarli (!)

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: