caorliega.business

21 novembre 2009

Investimenti del sig. ROSSI

Filed under: Senza Categoria — previsionistampa @ 19:38

Prendiamo in esame una persona normale il sig. Rossi con famiglia 2 figli e con un reddito medio, diciamo €40.000 annui netti. Al di sotto di questa cifra risparmiare e investire èmolto difficile.
Esaminando gli investimenti con
tutti icosti ( fiscali,gestionali,acquisto e vendita,liquidabilità,fastidi vari) etutte le rese nel lungo periodo cioè 20/30 anni ( per cui il timingdell’acquisto/vendita hà un’importanza relativa ) i dati statistici e la logica  ci diconoquesto:
1) In ogni caso la migliore resa è nell’investimento nel proprio lavoro enell’istruzione ( è stato calcolato che rende il 9% netto) perché migliora leaspettative e la qualità complessiva della vita.
2) L’investimento immobiliare residenziale hà  senso solo per l’abitazioneprincipale,perché avere delle sicurezze è fondamentale da un punto di vistaemotivo.
3) Sono più importanti i costi che le rese perchè queste ultime nel lungotermine sono abbastanza simili fra le varie tipologie di investimentoconsiderando il rischio.
4) Nell’investimento finanziario statisticamente è conveniente scegliere unasset allocation e mantenerla, il trading non risulta quasi mai vincente.
5) Nel 95% dei casi nessun gestore di investimenti finanziari riesce a farmeglio di un semplicissimo ETF sia azionario che obbligazionario o monetario.
6) L’investimento in una casa per vacanza (se è molto sfruttata) hà una logica per migliorare la qualità della vita non per investimento.
7) L’investimento immobiliare hà senso solo su uffici,capannoni,negozi,garagedati in affitto e non hà una resa  superiore all’investimento finanziario.
8) Nella finanza tutte le varie teorie/analisi tecniche sulla borsa (onde diElliott,canali,ritracciamenti di Fibonacci,bande di Bollinger) non hannonessuna valenza, ma giustificazioni a posteriori dell’andamento degli indici.
9) Mobili,tappetti,quadri,orologi,auto,moto,gioielli,ecc.,ecc. sonoun’investimento solo per chi li vende non certamente per chi li acquista.
10) Banche,promotori finanziari,assicurazioni,ecc. sono dei venditori diprodotti con costi di vendita e gestione alti, certamente non sonodisinteressati, ma devono vendere per vivere.
11) Da almeno 5/10 anni le banche sono diventate come i promotori finanziari,cioè le direzioni impongono di vendere prodotti costosi e fissano budget divendita da rispettare.
Tutto ciò premesso il nostro sig. Rossi hà convenienza ad investire in ordinedi importanza così :
a) Casa di abitazione
b) Nel proprio lavoro indipendente seesiste.
c) Istruzione propria e dei figli.
d) Fondo pensione bilanciato/azionario negoziale se dipendente, aperto se altro( detrazione fiscale totale).
e) ETF azionario,obbligazionario ( diciamo 50% azionario il restoobbligazionario).Costi di gestione da 0,15 a 0,30% contro il 2/3% di tutti glialtri.
f) Mantenere in c/c l’equivalente di 3/4 mesi di entrate mensili.
Qualsiasi altro investimento è mediamente perdente rispetto ai sopracitati.

Annunci

1 commento »

  1. Non sono d’accordo. Secondo me l’investimento immobiliare può garantire buoni rendimenti, specie se effettuato nelle grandi città. In questo senso sono d’accordo con un articolo che leggevo l’altro giorno in cui si diceva che Milano e Roma sono in cima alla lista delle città europee in cui il mattone rende di più

    Commento di lisandra — 24 novembre 2009 @ 12:16


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: