caorliega.business

5 giugno 2010

MASSA MONETARIA

Filed under: Borsa, Consumi, PIL — previsionistampa @ 02:11

M0 (o base monetaria), che comprende la moneta legale, ossia le banconote e le monete metalliche che per legge devono essere accettate in pagamento, e le attività finanziarie convertibili in moneta legale rapidamente e senza costi, costituite da passività della banca centrale verso le banche (e, in certi paesi, anche verso altri soggetti);
M1 (o liquidità primaria), che comprende M0 più tutte le altre attività finanziarie che come la moneta possono fungere da mezzo di pagamento (essenzialmente i depositi in conto corrente, se trasferibili a vista mediante assegno, e i traveler’s cheque);
M2 (o liquidità secondaria), che comprende M1 più tutte le altre attività finanziarie che, come la moneta, hanno elevata liquidità e valore certo in qualsiasi momento futuro (essenzialmente i depositi bancari e d’altro tipo, ad esempio quelli postali, non trasferibili a vista mediante assegno);
M3, che comprende M2 più tutte le altre attività finanziarie che come la moneta possono fungere da riserva di valore (ad esempio i titoli a reddito fisso con scadenza a breve termine, come i BOT italiani).

Le banche centrali ed i governi hanno inondato il mercato di liquidità. E questo è un dato di fatto assolutamente inequivocabile. C’è però un evidente problema: la moneta immessa non sta circolando, anzi, è utilizzata dal sistema bancario per investire a tassi anche bassi ma su bond “free risk” proprio perché le banche stesse non si fidano della e si dicono: 

perché prestare denaro alle aziende e rischiare di perderlo? Investiamolo in BTP, prenderemo poco ma almeno non ci rimettiamo… 

E quindi? Fintantoché gli indici di non cambieranno la tendenza, sarà impossibile attuare , secondo me, l’.
Il denaro deve uscire dalle “cassaforti” del credito e deve rientrare nel sistema economico, anziché essere utilizzato per investimenti spesso speculativi (situazione che ha trasformato alcune banche in veri e propri hedge funds).
La cosa preoccupante e che, secondo gli indicatori attuali, il denaro circolante è veramente limitato ed un’eventuale , adesso, verrebbe mal digerita dal mercato.

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: