caorliega.business

21 gennaio 2013

Nuovo Parlamento

Filed under: Senza Categoria — previsionistampa @ 12:23

        CAMERA       SENATO
     
Piemonte 1 23 18
Piemonte 2 22  
Lombardia 1 40 39
Lombardia 2 45  
Lombardia 3 16  
Trentino-alto Adige 10 6
Veneto 1 31 20
Veneto 2 20  
Friuli-Ven.Giulia 13 6
Liguria 16 6
Emilia Romagna 45 17
Toscana 38 15
Umbria 9 6
Marche 16 6
Lazio 1 42 22
Lazio 2 16  
Abruzzo 14 6
Molise 3 2
Campania 1 32 23
Campania 2 28  
Puglia 42 16
Basilicata 6 7
Calabria 20 10
Sicilia 1 25 25
Sicilia 2 27  
Sardegna 17 8
Valle D’Aosta 1 1
Totale  618 309

Estero–n.6 senatori n.12 deputati
Premi di maggioranza
Premio di maggioranza: viene garantito un minimo di 340 seggi alla Camera dei deputati alla coalizione che ottiene la maggioranza relativa dei voti. Da notare che 12 seggi, assegnati alla “circoscrizione Estero”, sono contemplati a parte, come anche il seggio della Valle d’Aosta. I voti della Valle d’Aosta[6] e degli italiani all’estero non sono calcolati nemmeno nella determinazione della coalizione vincente. Per quanto concerne il Senato, il premio di maggioranza è invece garantito su base regionale,[7] in modo da assicurare alla coalizione vincente in una determinata regione almeno il 55% dei seggi ad essa assegnati. In Molise (2 seggi) e all’estero (6 seggi) non è previsto alcun premio di maggioranza al Senato; nelle altre regioni alle elezioni politiche italiane del 2013 la coalizione vincente otterrà almeno 13 seggi su 22 in Piemonte, 27 su 49 in Lombardia, 14 su 24 in Veneto, 4 su 7 in Friuli-Venezia Giulia, 5 su 8 in Liguria, 13 su 22 in Emilia-Romagna, 10 su 18 in Toscana, 4 su 7 in Umbria, 5 su 8 nelle Marche, 16 su 28 nel Lazio, 4 su 7 in Abruzzo, 16 su 29 in Campania, 11 su 20 in Puglia, 4 su 7 in Basilicata, 6 su 10 in Calabria, 14 su 25 in Sicilia, 5 su 8 in Sardegna. In Valle d’Aosta, cui è assegnato un solo seggio, il sistema elettorale è forzatamente uninominale, come pure in Trentino-Alto Adige per 6 dei 7 seggi assegnati alla Regione
Senato:
Nel 2005 è stata introdotta una nuova legge elettorale, che prevede una ripartizione proporzionale dei seggi all’interno delle regioni, più un premio per la lista di maggioranza relativa. Le singole liste possono coalizzarsi per raggiungere il cosiddetto premio di maggioranza: alla coalizione che risulti di maggioranza relativa all’interno di ciascuna regione viene attribuito un numero di senatori pari ad almeno il 55% a meno che non le spetti comunque una quota superiore.
Per l’attribuzione dei seggi sono previsti uno sbarramento del 20% dei voti per le coalizioni e uno dell’8% per i partiti non coalizzati (o facenti parte di coalizioni che non raggiungano il 20%). All’interno delle coalizioni i voti sono ripartiti tra le liste aventi raggiunto almeno il 3% dei voti.

Annunci

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: