caorliega.business

7 gennaio 2013

Valori e numeri

Filed under: Governi — previsionistampa @ 08:40

ICI 1° casa tolta da governo Berlusconi nel 2008 valore 1,6 miliardi di €.
IMU 2012 valore 24/25 di cui prima casa vale 4 miliardi di €.
Un punto di IRPEF in meno vale circa 3,8/4 miliardi di €.

13 aprile 2011

Debiti pubblici economie avanzate al 101,6% del PIL.

Filed under: Borsa, Consumi, Dubai, Gossip, Governi, Immobiliare, Senza Categoria — previsionistampa @ 10:03

Studio dell?FMI.
Per la prima volta dalla fine della Seconda guerra mondiale i debiti pubblici delle economie avanzate nel 2010 sono arrivate al 101,6% del PIL.Nel 2011 il dato medio delle economie avanzate si collocherà al 7,1% contro il 7,7% del 2010.
Previsto poi uno sforzo “straordinario” in tutte le economie avanzate che dovrebbe ridurre gli indebitamenti di circa il 2% del Pil al 5,2% nel 2012, il taglio “più ampio degli ultimi 40 anni”. Per quest’anno è previsto poi uno sforzo “straordinario” in tutte le economie avanzate che dovrebbe ridurre gli indebitamenti di circa il 2% del Pil al 5,2% nel 2012, il taglio “più ampio degli ultimi 40 anni”.
Ma dagli attuali piani dei Governi emerge anche che i sacrifici “rallenteranno nel 2013 e in gran parte cesseranno nel 2014 lasciando i deficit sopra i livelli pre-crisi in molte” economie avanzate, con un rapporto debito/Pil medio al 107,3% nel 2016, circa 34 punti percentuali sopra al 2007.
Per riportare il debito al 60% del Pil nel 2030, il Fondo ritiene necessario un aggiustamento medio degli avanzi primari aggiustati per il ciclo dell’8% tra il 2010 e il 2020, in modo da risalire attorno al 5% dal -2,7% dell’anno scorso. Ma l’entità dell’intervento cresce al 12% se si tiene conto delle spese legate all’invecchiamento della popolazione tra il 2020 e il 2030.
Per quanto riguarda l’Italia, il Fondo monetario internazionale rileva che le spese pubbliche nel 2011 si attesteranno al 49,8% del pil, scendendo dal 50,5% del Pil dello scorso anno. L’Italia torna anche ad avere un avanzo primario dello 0,2% del pil (lo scorso anno era negativo per 0,2% del pil) che crescerà all’1,2% nel 2012 fino a raggiungere il 2,4% nel 2016. L’Fmi, sottolinea che la spesa pubblica italiana si ridurrà negli anni: nel 2012 al 48,9% del pil, nel 2013 al 48,6% per poi scendere al 48,3% l’anno successivo e attestarsi al 47,9% nel 2016.

La Francia, fra i Paesi del G7, è quello con le spese pubbliche maggiori dell’Italia, con il 55,9% del Pil a fronte del 45,7% della Germania e del 42,0% del Canada. Gli Stati Uniti hanno una spesa pubblica al 41,2% del pil e il Regno Unito al 45,9%.

6 aprile 2011

Ciclo immobiliare deflazionato


27 marzo 2011

Debito totale paesi europei.

Filed under: Borsa, Governi, Senza Categoria — previsionistampa @ 17:08

Regno Unito totale ——————————————————–530,7% del PIL
Settore privato 462,6%+settore pubblico 68,1%.
Spagna totale—————————- 371,2% del PIL
Settore privato 318,0%+settore pubblico 53,2%.
Francia totale——————– 351,7% del PIL
Settore privato 274,1%+settore pubblico 77,6%.
ITALIA  totale———– 336,9% del PIL
Settore privato 221,1%+settore pubblico 115,8%.
Germania totale- 290,2% del PIL
Settore privato 217,0%+settore pubblico 73,2%.
Spread bond a 10 anni:
Germania base
Belgio 100 punti base circa
ITALIA 150
Spagna 200
Portogallo 460
Irlanda 680
Grecia 930

23 marzo 2011

Dubai sex

Filed under: Borsa, Consumi, Dubai, Gossip, Governi, Immobiliare, Miranese, opere pubbliche, PIL, Sesso, Star bene, Viaggi — Tag: — previsionistampa @ 17:54

12 marzo 2011

Classifica Terremoti, 7° di sempre quello giapponese.


 Terremoti più forti della storia per magnitudo
9.5
Richter–Valdivia, Cile (22 maggio 1960).
9.3 Richter–Kamchatka, Russia (16 ottobre 1737).
9.2 Richter–Stretto di Prince William, Alaska – Stati Uniti (27 marzo 1964).
9.0 Richter–Zona di subduzione della Cascadia, sud Canada e California, sull’Oceano Pacifico (26 gennaio 1700)
9.0 Richter–Arica, Cile (confine con il Perù (13 agosto 1868).
9.0 Richter–Kamchatka, Russia (4 novembre 1952), 
9.0 Richter–Al largo della costa nord di Sumatra, Indonesia (26 dicembre 2004).
8.9 Richter–Sendai, Honshu (Giappone) – (11 marzo 2011).
8.8 Richter–Colombia-Ecuador (31 gennaio 1906). 
8.8 Richter–Cile, a 300 km a sud di Santiago (27 febbraio 2010).
8.7 Richter–Valparaiso, Cile (8 luglio 1730).
8.7 Richter–Lisbona, Portogallo (1 novembre 1755), 
8.7 Richter–Sumatra, Indonesia (25 novembre 1833).
8.7 Richter–Isole Rat, Alaska – Stati Uniti (4 febbraio 1965).
8.7 Richter–Sumatra, Indonesia (28 marzo 2005).
8.6 Richter–Richter Haiyuan, Cina (16 dicembre 1920).
8.6 Richter–Assam-Tibet, Cina (15 agosto 1950).
8.6 Richter–Isole Andreanof, Alaska – Stati Uniti (9 marzo 1957).
8.5 Richter–Valdivia, Cile (16 dicembre 1575)-
8.5 Richter–Lima, Perù (20 ottobre 1687).
8.5 Richter–Concepción, Cile (24 maggio 1751).
8.5 Richter–Regione di Atacama, Cile (11 novembre 1922).
8.5 Richter–Penisola di Kamchatka, Russia (3 febbraio 1923).
8.5 Richter–Mare di Banda, Indonesia (1 febbraio 1938).
8.5 Richter–Isole Curili, Russia (13 ottobre 1963).
8.5 Richter–Giakarta, Indonesia (12 settembre 2007).
 Terremoti più disastrosi della storia

  1. oltre 830.000 morti –Shaanxi, Cina (23 gennaio 1556).
  2. 250.000-300.000 morti–Port-au-Prince, Haiti (12 gennaio 2010).
  3. 255.000 morti–Tangshan, Cina (28 luglio 1976).
  4. 250.000 morti–Antiochia, Turchia (21 maggio 526),
  5. 230.000 morti–Aleppo, Siria (11 ottobre 1138).
  6. 230.000 morti–Sumatra, Indonesia (26 dicembre 2004).
  7. 200.000 morti–Damghan, Iran (22 dicembre 856).
  8. 200.000 morti–Gansu, Cina (16 dicembre 1920).
  9. 200.000 morti–Qinghai, Cina (22 maggio 1927).
  10. 150.000 morti–Ardabil, Iran (23 marzo 893).
  11. 143.000 morti–Kantō, Giappone (1 settembre 1923).
  12. 130.000 morti–Messina e Reggio Calabria, Italia (28 dicembre 1908).
  13. 110.000 morti–Ashgabat, Turkmenistan (6 ottobre 1948).
  14. 100.000 morti–Hebei, Cina (27 settembre 1290).
  15. 80.000 morti–Shemakha, Azerbaigian (25 novembre 1667). 
  16. 80.000 morti–Lisbona, Portogallo (1 novembre 1755).
  17. 80.000 morti–Kashmir, tra India e Pakistan (8 ottobre 2005).
  18. 77.000 morti–Tabriz, Iran (18 novembre 1727).
  19. 70.000 morti–Sichuan, Cina (12 maggio 2008).
  20. 70.000 morti–Gansu, Cina (25 dicembre 1932).
  21. 66.000 morti–Peru settentrionale (31 maggio 1970).
  22. 60.000 morti–Cilicia, AnatoliaTurchia (1268).
  23. 60.000 morti–Val di Noto, Sicilia e CalabriaItalia (11 gennaio 1693).
  24. 50.000 morti–Calabria e Sicilia, Italia (5 febbraio 1783).
  25. 50.000 morti–Iran nord-occidentale (20 giugno 1990).
  26. 30.000 – 60.000 morti–Quetta, Pakistan (30 maggio 1935).
  27. 

Terremoti più forti in Italia

  1. 7,41 Mw—Val di Noto, Sicilia orientale (11 gennaio 1693), , 60.000 morti
  2. 7,24 Mw—Messina e Reggio Calabria (28 dicembre 1908), , 90.000 morti
  3. 7,06 Mw—Nicastro, Calabria (8 settembre 1905), , 557 morti
  4. 7,00 Mw—Nicastro, Calabria (27 marzo 1638), , oltre 10.000 morti
  5. 6,99 Mw—Avezzano, Abruzzo (13 gennaio 1915), , 33.000 morti (dettagli)
  6. 6,96 Mw—Sannio e Molise (5 dicembre 1456), , 30.000 morti
  7. 6,96 Mw—Montemurro, Basilicata (16 dicembre 1857), , 12.000 morti
  8.  6,91 Mw—Messina e Reggio Calabria (5 febbraio 1783),, 50.000 morti
  9. 6,89 Mw—Irpinia e Basilicata (23 novembre 1980), , 2.914 morti
  10. 6,87 Mw—Irpiniae Basilicata (8 settembre 1694), , 6.000 morti

    6,4 Mw—Osoppo e Gemona del Friuli (6 maggio 1976),989 morti
    6,2 Mw—L’Aquila (6 aprile 2009),

  11. 

Terremoti più disastrosi in Italia

  1. 90.000 morti—Messina e Reggio Calabria (28 dicembre 1908), 7,24 Mw,
  2. 60.000 morti—Val di Noto, Sicilia orientale (11 gennaio 1693), 7,41 Mw,
  3. 50.000 morti—Messina e Reggio Calabria (5 febbraio 1783), 6,91 Mw,
  4. 33.000 morti—Avezzano, Abruzzo (13 gennaio 1915), 6,99 Mw,
  5. 30.000 morti—Verona(3 gennaio 1117), 6,49 Mw,
  6. 30.000 morti—Sannio e Molise (5 dicembre 1456), 6,96 Mw,
  7. 20.000 morti—Catania (4 febbraio 1169), 6,60 Mw,
  8. 12.000 morti—Montemurro, Basilicata (16 dicembre 1857), 6,96 Mw, 
  9. oltre 10.000 morti—Nicastro, Calabria (27 marzo 1638), 7,00 Mw,
  10. 10.000 morti—Carinzia e Friuli(25 gennaio1348) 6,66 Mw,

10 marzo 2011

Berlusconi nelle classifiche Forbes

Filed under: Consumi, Gossip, Governi, PIL — previsionistampa @ 16:38

2011–3° in Italia– 118° nel mondo– patrimonio di ….miliardi di $.(14° uomo più potente)
2010–3° in Italia– 74° nel mondo– patrimonio di 10,5 miliardi di $.
2009–2° in Italia– 70° nel mondo– patrimonio di 9,4 miliardi di $.
2008–3° in Italia– 80° nel mondo– patrimonio di 10,0 miliardi di $.
2007–1° in Italia– 51° nel mondo– patrimonio di 11,8 miliardi di $.
2006–1° in Italia– 37° nel mondo– patrimonio di 11,0 miliardi di $.
2005—1° in Italia– 25° nel mondo– patrimonio di 12,0 miliardi di $.
2004—1° in Italia– 30° nel mondo– patrimonio di 10,0 miliardi di $.

20 febbraio 2011

Previsioni personali del ciclo immobiliare.

Filed under: Governi, Immobiliare — Tag: — previsionistampa @ 16:33

Le mie previsioni da verificare fra 10 anni.
Premesso che:
1) nelle previsioni pochi ci azzeccano completamente.
2) che il futuro economico sia quello previsto con crescite tumultuose dei paesi BRIC( Brasile,Russia,India,Cina 7/10%) e limitate dei paesi cosidetti industrializzati (2/3%)ed alla fine il PIl del mondo cresca del 4/5% come da ormai 20 anni..
2) il passato si ripeta con le fasi a ciclo.
3) non succeda qualche disastro tipo guerre di religione, attentati devastanti o altro che fermano l’economia mondiale.
4) come è opinione comune il 2011 sia il fondo del ciclo immobiliare.
5) le fase ascendenti dei prezzi, prima calme e poi tumultruose durano dai 6 al max  9 anni ( l’utima 9 anni)
6) le fasi discendenti dei prezzi prima tumultuose e poi calme durano dai 2 al max  4 anni ( l’ultima 4 anni) ad eccezione del picco 1986 con discesa di 6 anni, ma il picco era stato troppo esagerato.
Le previsione comprese i livelli dei prezzi deflazionati degli immobili  potranno essere.
2011—100          minimo prezzo
2012—103
2013–.109
2014—115              
2015—126          euforia
2016—136          euforia
2017– 145      massimo prezzo vendere tutto ( prezzi con inflazione 2/3% 168)
2018—144          prezzi fermi non aumentano più
2019—134          calo tumultuoso
2020—130              
2021—124               minimo prezzo
il tutto potrebbe slittare di 2 anni al massimo

29 gennaio 2011

Differenziale di rendimento a 10 anni rispetto alla Germania.

Filed under: Borsa, Governi, PIL — previsionistampa @ 18:15

28 gennaio 2011

Inflazione in italia e in USA.

Filed under: Governi, PIL — previsionistampa @ 19:51

27 gennaio 2011

Nicole Minetti molto carina ed efficente.

Filed under: Consumi, Gossip, Governi — Tag:, , — previsionistampa @ 21:01

Nicole Minetti ha  25 anni, è nata a Rimini.
Diplomata al liceo classico della sua città e ha studiato per 10 anni danza.
Dal greco è passata a studiare Igiene dentale al San Raffaele di Milano, dove si è presentata, per arrotondare, ai provini di Colorado Conosciuta come “l’igienista dentale di Berlusconi”.,
Nicole è stata subito presa e ha partecipato quindi a qualche stacchetto.
“A novembre mi sono laureata con 110 al San Raffaele” racconta la stessa Minetti “dove collaboro occupandomi di relazioni internazionali in vista dell’apertura  della nuova clinica odontoiatrica“.
Inserita nella lista di Roberto Formigoni, Nicole è stata eletta nel Consiglio Regionale della Lombardia.

              

23 gennaio 2011

Sondaggi elettorali.

Filed under: Gossip, Governi, Sesso — Tag:, — previsionistampa @ 15:02

Popolo della libertà 30%.
Partito democratico 24/25%.
Lega 10/11%.

21 gennaio 2011

Toto-fidanzate di Silvio.


Evelina Manna, 38 anni, ex modella e attrice.
              
Roberta Bonasia, 26 anni, miss Piemonte.
    
Nicole Minetti, consigliera alla regione Lombardia.
      
Cristina Ravot, 29 anni, sassarese: pianista e cantante.
    

Darina Pavlova, ex modella bulgara vedova del finanziere Iliya Pavlov, ucciso nel marzo del 2003.
    
Federica Gagliardi, 28 anni, capo della segreteria del segretario generale della Regione Lazio battezzata “la dama bianca”.
   

Francesca Pascale, 25 anni, consigliere provinciale Pdl in Campania.
  
Graziana Capone, barese, 24 anni,  laurea in giurisprudenza. Soprannome: “Angelina Jolie di Bari”.
   
Elisa Toti, senese, 32 anni,abita a Milano 2 in via Olgettina 65 8 comodato d’uso di Silvio).
    
Sabina Began
   
EX PREFERITE:
Karima El Mahrohug, detta Ruby,
18 anni marocchina.
       
Noemi Letizia.
    
Ragazze coinvolte nell’inchiesta:
Iris Berardi.
Barbara Faggioli
Barbara Guerra
Raissa Skorkina
Le gemelle De Vivo Eleonora e Imma.
Maristel Garcia Polanco
Miriam Loddo
Alessandra Sorcinelli

7 gennaio 2011

BERLUSCONI record come Premier

Filed under: Borsa, Consumi, Gossip, Governi, PIL — Tag:, — previsionistampa @ 15:04

Tag: analisi titoli italia, Berlusconi Silvio, Cassandre, Consumi, settori merceologici vari
Nel dopoguerra è il premier con maggior tempo al governo.
Elezioni 1994 vinte ( contro OCCHETTO).
BERLUSCONI primo dal 10 maggio 1994 al 17 gennaio 1995
Successore DINI
Elezioni 1996 perse contro PRODI.
Elezioni 2001 vinte contro PRODI (contratto con italiani).
BERLUSCONI secondo dal 11 giugno 2001 al 23 aprile 2005
BERLUSCONI terzo dal 23 aprile 2005 al 17 maggio 2006
Elezioni 2006 perse.PRODI.
Elezioni 2008 vinte contro VELTRONI.
BERLUSCONI quarto dal 8 maggio 2008 al ……………………….


BERLUSCONI                 2010                     1,1                    1,5

6 gennaio 2011

Sommerso pari al 18,4% del PIL (255/275 miliardi di €) con 140 milirdi evasi..

Filed under: Borsa, Consumi, Governi — Tag:, , , , , , — previsionistampa @ 19:01

L’ISTAT hà stimato il sommerso in
2006-16,9%
2005-17,8%
2004-18,1%
2003-18,5%
2002-18,6%

Bear market ciclico (orso).Bull market ciclico (toro).


Bear market ciclico (orso)= alcuni mesi e almeno 20% durano solitamente 2/2,5 anni.
Bull market ciclico (toro)= durano circa 1,5/2 anni-

5 gennaio 2011

Gestori fondi solo il 25,5% riesce a battere il benchmark

Filed under: Borsa, Consumi, Governi, Immobiliare, PIL — Tag:, , , , , , , , , — previsionistampa @ 11:17

Statistica che dice quanti gestori di fondi comuni d’investimentio riescono a battere il proprio benchmark ( obbligatorio per legge da dichiarare).
2010– il 25,5% dei gestori battono il proprio benchmark
2009– il 43,0% dei gestori battono il proprio benchmark
2008– il 16,0% dei gestori battono il proprio benchmark
2007– il 10,0% dei gestori battono il proprio benchmark
2006– il 18,0% dei gestori battono il proprio benchmark
2005– il 23,0% dei gestori battono il proprio benchmark
2003– il 22,0% dei gestori battono il proprio benchmark

17 dicembre 2010

PIL Italia 2010 e 2011 varie previsioni.

Filed under: Governi, PIL — Tag: — previsionistampa @ 20:33

6 ottobre 2010

Debiti degli stati in % del PIL.

Filed under: Governi, PIL — previsionistampa @ 22:59

2 ottobre 2010

INPS 2009.

Filed under: Governi, PIL — Tag: — previsionistampa @ 21:00

Da stima del Dpef (luglio 2009) con avanzo di 4,1 miliardi di € si passa alla Ruef (maggio 2010) ad avanzo di 706 milioni di €.
Totali numero pensioni 16 milioni.
Entrate complessive 145.031 milioni di € compreso l’apporto dello stato.
Entrate previste per il 2010 145.900 milioni di €.
Trasferimenti di bilancio 88.599 milioni di €.
Fondo pensione lavoratori dipendenti +6.900 milioni.
Fondo pensioni parasubordinati +6.944 milioni.
Fondo coltivatori diretti -3.205 milioni.

28 settembre 2010

Lehman Brothers due anni dopo classifica borse peggiori(fra cui l’italiana).

Filed under: Borsa, Governi, PIL — previsionistampa @ 08:44

A due anni dal grande botto di Lehman Brothers.
Il 15 settembre 2008 la società ha annunciato l’intenzione di avvalersi del Chapter 11, la procedura di “fallimento pilotato” prevista dalla legge statunitense,[1] annunciando debiti bancari per US$ 613 miliardi, debiti obbligazionari per US$ 155 miliardi e attività per un valore di US$ 639 miliardi.[2

27 settembre 2010

Fotovoltaico in Italia a fine 2010 sarà l’1% della produzione totale di energia.

Filed under: Consumi, Governi, PIL — previsionistampa @ 23:56

Dal 1º gennaio 2011 entreranno in vigore le nuove tariffe, gradualmente ridotte per scaglioni.
Nel 2009 potenza cumulata installata in Italia è stata di 422 Mw di picco,( fatt. 1,69 miliardi di €).
Nel 2009 potenza cumulata installata in Italia è stata di 1.142 Mw di picco ( + 720),( fatt. 2,35 miliardi di €).
Nel 2010 potenza cumulata installata in Italia è stata di …….. Mw di picco ( + 850), ( fatt. 3 miliardi di €).
La produzione di corrente elettrica con l’energia del sole arriverebbe così all’1 per cento.
I prezzi son scesi molto dei pannelli solari, secondo la ricerca i moduli potrebbero arrivare a 1 dollaro per Watt nel 2015 (oggi il prezzo è tra 1,5 e 2 dollari).
Le aziende attive sono circa 600». A partire dalla distribuzione e installazione (circa 350 operatori), generazione e trading (100), produzione di celle e moduli (40), produzione di inverter e componenti (90) e infine di silicio e wafer.
Secondo la ricerca di A.T. Kearney i “top player” del 2010 in termini di ricavi, in ordine decrescente, in Italia sono stati: Kerself, Solon, Enel, Enerpoint, Conergy, Solarday, Enerqos, Terni energia, Enerray, Answer drives.
Tra i grossi progetti che stanno prendendo piede va menzionato il più grande stabilimento di produzione di pannelli fotovoltaici su scala industriale in Italia (uno dei più grandi in Europa) a Catania, con una partnership tra Enel, Sharp e StM.

Limite debito 60% PIL, Italia al 115,8% 1° in europa e 3° al mondo.

Filed under: Governi, PIL — Tag:, , — previsionistampa @ 23:30

Al 31/7/2010 il debito pubblico è salito a quota 1.838,296 miliardi di euro, mentre a giugno si era attestato a 1.822,050 miliardi.
L’alto debito dell’Italia, al 115,8% del Pil nel 2009 e con una stima al 124,7% al 2015, limiti gli spazi di manovra sul bilancio e rende il nostro paese, fra le nazioni europee ed occidentali avanzate, uno di quelli con minore ‘spazio di manovra fiscale’. Secondo le griglie della Ue il debito pubblico di ciascun paese membro dovrebbe essere attestato al 60% del pil, mentre l’Italia ha sfondato ormai tetti impensabili con cifre quasi doppie.

Immobiliare USA: male,male,male.

Filed under: Consumi, Governi, Immobiliare, PIL — Tag:, — previsionistampa @ 23:21

Numero compravendite ai minimi dal 1963, primo anno di statistiche.
 I sequestri immobiliari hanno raggiunto la cifra record di 1,65 milioni di notifiche solo nei primi sei mesi del 2010.
Cantieri fermi, non si iniziano nuove case.
I valori delle case scendono e i debiti degli americali salgono:

Il 10% dei proprietari con mutuo non hanno pagato almeno una rata nel primo semestre 2010.
Le persone dichiarano bancarotta. 1,41 milioni di americani lo hanno fatto nel 2009, un 32% in più che nel 2008.
La somma del debito del governo, imprese, consumatori – è attorno 360% del pil, un dato mai raggiunto nella storia degli stati uniti.

26 settembre 2010

Previsioni immobiliari mondiali per il 2011.


L’agenzia di consulenze immobiliari knight frank ha elaborato il suo primo rapporto di previsioni per il mercato delle abitazioni nel 2011. a livello mondiale buona parte dei paesi che avevano registrato una diminuzione dei prezzi invertiranno la tendenza. l’italia è tra questi e si prevedono aumenti contenuti fino al 2,5%

il rapporto spiega come in tutto il mondo negli ultimi cinque anni si sia verificato lo stesso processo: i prezzi delle case sono cresciuti, sono crollati e poi si sono stabilizzati ad un lieve rialzo, in europa, sono tornati a cresce in modo considerevole in altre zone del mondo

in tutto il pianeta i prezzi sono scesi in media del 18% tra il 2007 e il 2008. tuttavia già nel 2010 il 61% dei paesi ha registrato già l’inversione di tendenza

come si può vedere dal grafico la maggior parte dei paesi europei, salvo irlanda e spagna, dovrebbero registrare degli aumenti, lievi, come nel caso di francia, italia e regno unito. aumenti più marcati invece per svezia e norvegia

sarà invece la russia il mercato immobiliare più in attivo, mentre la bolla cinese dovrebbe lievemente rientrare. sorprende invece la previsione sugli stati uniti, viste tutte le notizie negative sulla disoccupazione, i pignoramenti e le difficolta che sta attraversando la prima potenza mondiale

www.idealista.it/news/archivio/2010/09/17/012239-previsioni-immobiliari-2011-litalia-tra-i-paesi-che-escono-dal…

18 settembre 2010

Redditi IRPEF

Filed under: Governi, PIL — Tag: — previsionistampa @ 23:27

11 settembre 2010

PIL deflazionato in Italia

Filed under: Governi, PIL — Tag:, — previsionistampa @ 21:04

30 agosto 2010

CROLLO VENDITA nuove case in USA

Filed under: Borsa, Governi, Immobiliare — Tag:, — previsionistampa @ 18:34


Con il venir meno di incentivi fiscali predisposti dall’amministrazione Obama per l’acquisto della prima casa, le vendite di nuove abitazioni sono crollate -12% a luglio. Siamo allo stesso livello del 1963.

SHILLER E IL P/E STORICO ( siamo appena superiori)


S&P 500  hà dati disponibili dal gennaio 1871.
Media storica del P/E 16,37.
Media mediana 15,74.
Al 28 luglio 2010 media decennale corretta 19,9.
Dal 1991 il P/E è stato sotto quota 16 solo 6 mesi da fine 2008 alla metà del 2009.
Massimo valore dicembre 1999 44,2.
Minimo valore dicembre 1920 4,78.
Shiller (Yale) dice:
Oggi il P/E è appena sopra alla media decennale.
gli utili sono destinati a salire nel breve.
Prima o poi il valore scenderà ed allora varrà la pena acquistare.
Il mercato immobiliare americano dopo un breve recupero dovrebbe ricadere.

MARKET MOVER della BORSA


I dati statistici che influenzano le borse:
EUROZONA
Pmi                                                              fonte: Markit    frequenza: mensile
BCE liquidità/tassi/congiuntura    fonte: BCE          frequenza: varia
GERMANIA
Ifo                                                               fonte: CSEifo     frequenza: mensile
STATI UNITI
FED liquidità/tassi/congiuntura    fonte: FED         frequenza: varia
Ism                                                              fonte: Ist.  for supply man.   frequenza: mensile
Leading Index                                         fonte: The Confer. board   frequenza: mensile
Apertura nuovi cantieri                     fonte: Bureau of Census     frequenza: mensile
Occupazione                                            fonte: Bureau of labour statistic  frequenza: mensile
Euro/dollar                                              fonte: Forex    frequenza: continuo
CINA
Chinese-Pmi                                             fonte: Cina log.    frequenza: mensile
INDICI GLOBALI
Baltic dry index                                       fonte: Baltic exchange    frequenza: continuo

25 agosto 2010

SOGNI REALIZZATI e DA REALIZZARE


SOGNI REALIZZATI e DA REALIZZARE

 
A parte le vacanze che si fanno nelle nostre spiagge,montagne,nella nostra Italia e nella nazioni vicine, le vere vacanze che mi sono rimaste nel cuore e ti hanno fatto sempre sognare prima di farle studiandole e preparando per mesi i percorsi  e dopo nel ricordo delle foto e dei diari scritti sono:

Agosto-1977—-Parigi-Londra-Capitali del nord-Berlino est-in auto e in tenda
Agosto-1979—-Caponord in auto e tenda
Capod’anno-1987—-Le citta imperiali  del Marocco
Capod’anno-1988—-California-Nevada-Grand Canyon-Arizona-Messico-in auto
Agosto-1998—-Canada da Ottawa  all’oceano atlantico in auto
Agosto-1989—-CostaCrocere-Grecia e mar Egeo
Capod’anno-1990—-New York
Agosto-1992—-Coast to Coast in auto da San Francisco a Miami               

Agosto-1993—-Bankog-Singapore-Hong kong-Bali
Capod’anno-1994—-New York e Florida-in auto
Agosto-1994—-Istanbul e giro della Turchia
Aprile-1998—-Marrakesh
Maggio-1999—-Avana e isola di Cuba

Capod’anno-2000—-California-Nevada-Grand Canyon-Arizona-Messico-in auto
( matrimonio a Las Vegas)

Capod’anno-2001—-Thailandia e triangolo d’oro
Capod’anno-2002—-Australia e isole Fiji
Agosto-2002—-Mosca-San Pietroburgo e triangolo d’oro
Capod’anno-2005—-Messico e Yucatan(favoloso agenzia Marcelletti)
Luglio-2005-CostaCrocere Grecia e Turchia
Aprile-2007—-Valle dei Templi
Da giugno 2007 blocco delle spese  per un’altro sogno  molto costoso a Jesolo.

Sogni da realizzare se sarà possibile:

INDIA
TRANSIBERIANA
TRANSHARA
LE PIRAMIDI
In auto in giornata dal Brennero alla punta estrema della Sicilia
Un’altra volta COAST to COAST negli Stati Uniti

piccoli obbiettivi 2010

Firenze Enoteca Pinchiorri ( ultimo della best list del nord che mi manca)
Giro in bici da Lido a Chioggia
Venezia di sera
Venezia,Venezia,Venezia………………..

18 agosto 2010

Rating AAA in discussione per le grandi nazioni

Filed under: Borsa, Governi, PIL — previsionistampa @ 12:40

Oggi hanno la tripla A USA,Francia,Germania,GB.
Per gli Stati Uniti se si contabilizza anche i debiti di Fannie e Freddie (305 miliardi di $) il deficit/PIL è di 140%.

17 agosto 2010

OVERSHOOT DAY del 2010 è il 21 agosto.


OVERSHOOT DAY è il giorno in cui si esauriscono le risorse rinnovabili e si consuma oltre la possibilità effettiva delle risorse.
Nel 2010 è stato il 21 agosto.
Nel 2009 il 25 settembre.
Nel 2008 il 23 settembre.
Nel 1995 il 21 novembre.
Nel 1987 il 19 dicembre.

PIL mondo in miliardi di $


1° USA 14.791
2° Cina 5.340
3° Giappone 5.156
4° Germania 3.332
5° Francia 2.668
6° Gran Bretagna  2.222
7° Italia  2.121
8° Brasile  1.910
9° Canada 1.556
10° Russia 1.507
11° India  1.367
12° Australia 1.192
13° Messico 996
14° Corea del sud 991
Totale mondo  57.937
USA+Europa+Cina+Japan 68% del PIL del mondo.

16 agosto 2010

PIL USA,Giappone,Cina.

Filed under: Consumi, Governi, PIL — Tag:, , — previsionistampa @ 23:08

PIL 1° semestre 2010.
1° USA   7.400 circa miliardi di $
2° Giappone 2.578
3° Cina 2.532
4° Germania
5° Francia
6° Regno unito
7° Italia
8° Brasile
La Cina, con questi ritmi, salirà al secondo posto a fine 2010 e al primo posto nel 2030.

Posti barca e costi in Italia.

Filed under: Borsa, Consumi, Gossip, Governi, Immobiliare, PIL, Senza Categoria, Sesso, Star bene, Viaggi — Tag:, , , — previsionistampa @ 13:34

Marina di Stabia (NA) 1.400 posti, costo annuo 8 m. € 3.750
Marina di Loano (SV) 1.050 posti, costo annuo 8 m. € 3.157
Marina di Pescara 850 posti, costo annuo 8 m. € 1.860
Marina di Roma  794 posti, costo annuo 8 m. € 3.340
Marina di Ragusa  723 posti, costo annuo 8 m. € 2.500
Marina di Brindisi  638 posti, costo annuo 8 m. € 1.800
Marina di Porto Rotondo 586 posti, costo annuo 8 m. € 4.687
Marina di Jesolo  488 posti, costo annuo 8 m. € 2.625, 20 m.€ 10.250, 30 m. € 28.000, costo giornaliero 8 m.€ 42,20 m. € 145, 30 m. € 430.

14 agosto 2010

Sesso,sex,hard,hot,porn,fuck.


Facciamo un’esperimento.
Io, impegnandomi, scrivo dei post che reputo validi.
Le visite sono da 10 al massimo 75 al giorno.
Mettiamo un titolo intrigante e delle foto piacevoli/intriganti e vediamo i risultati.
      

     
     

Questa è senz’altro la peggiore recessione.

Filed under: Borsa, Consumi, Gossip, Governi, Immobiliare, PIL, Senza Categoria, Sesso, Star bene, Viaggi — previsionistampa @ 13:14

DESCRIPTION

20 giugno 2010

Iniezione di capitale nelle banche nel 2008/2009 in % sul PIL

Filed under: Governi, PIL — previsionistampa @ 01:21

Iniezione di capitale a carico degli stati nel 2008/2009 in percentuale del PIL.
Irlanda 5,9%
Ausria 5,3%
Belgio 4,8%
Regno Uniti 3,9%
Germania 3,8%
Olanda 3,4%
Portogallo 2,4%
Grecia 2,1%
Norvegia 2,0%
Svezia 1,6%
Francia 1,4%
Svizzera 1,1%
Spagna 0,8%
ITALIA 0,6%

5 giugno 2010

DEFICIT INPS

Filed under: Governi, PIL — previsionistampa @ 02:49

Solo l’80,9% della spesa previdenziale è “coperta” dai contributi versati dai lavoratori italiani (siano essi dipendenti o autonomi). Infatti, a fronte degli oltre 258,37 miliardi di euro di spesa, il gettito contributivo è pari a 209,08 miliardi. In pratica, il deficit è di 49,29 miliardi di euro.
      A sottolinearlo è la Cgia di Mestre 
Nella graduatoria Lombardia (+2,65 miliardi, tasso di copertura del 103,5%) e Trentino Alto-Adige (+ 142,5 milioni di euro pari ad un tasso di copertura del 103,5%). Il Lazio (95,4%) si conquista il gradino più basso del podio. Subito dietro, il Veneto (94,2%), la Valle d’Aosta (83,8%), l’Emilia Romagna (83,4%) e il Friuli V.G. (74,9%). Drammatica la situazione al Sud. Esclusa la Liguria (penultimo posto con una copertura del 56,4%) gli ultimi posti in classifica sono ad appannaggio delle regioni meridionali.

DATI STATISTICI

Filed under: Governi, PIL — previsionistampa @ 02:47

Rapporto annuale sulla situazione del Paese 2009

Questi sono i numeri ufficiali, con indicata fra parentesi la natura del governo in carica alla fine dell’esercizio… 7 anni a testa! I dati sono aggiornati ad oggi, ma gli ultimi 3 anni (soprattutto l’ultimo) potrebbero subire ancora qualche aggiustamento.

CRESCITA ANNUA (%) del PIL
—————-
1996 (CS): +1,1
1997 (CS): +1,9
1998 (CS): +1,4
1999 (CS): +1,5
2000 (CS): +3,7
—————-
2001 (CD): +1,8
2002 (CD): +0,5
2003 (CD):  0,0
2004 (CD): +1,5
2005 (CD): +0,7
—————-
2006 (CS): +2,0
2007 (CS): +1,5
—————-
2008 (CD): -1,3
2009 (CD): -5,0
—————-
Fonte: http://www.istat.it/dati/dataset/20100408_00/Tavole.zip
File: Tavole-conti.xls
Foglio: t1.1
Riga: 74

AVANZO PRIMARIO (differenza fra entrate e spesa pubblica, al netto degli interessi sul debito) in percentuale sul PIL
—————-
1996 (CS):  4,6
1997 (CS):  6,6
1998 (CS):  5,1
1999 (CS):  4,9
2000 (CS):  4,3 [esclusi proventi asta UMTS]
—————-
2001 (CD):  3,2
2002 (CD):  2,7
2003 (CD):  1,6
2004 (CD):  1,2
2005 (CD):  0,3
—————-
2006 (CS):  1,3
2007 (CS):  3,5
—————-
2008 (CD):  2,5
2009 (CD): -0,6 [disavanzo primario]
—————-
Fonti:
1995-1999: http://www.bancaditalia.it/pubblicazioni/relann/rel05/rel05it/relaec/rel05_finanza_pubblica.pdf (p. 169)
2000-2009: http://www.bancaditalia.it/pubblicazioni/relann/rel09/rel09it/economia_italiana/rel09_13_finanza_pubblica.pdf (p. 148)

Rapporto fra STOCK DEL DEBITO PUBBLICO e PIL (%)
——————————–
CS: 121,2 (1995) > 109,2 (2000) = ridotto di 12,0 p.p. in 5 anni
CD: 109,2 (2000) > 105,8 (2005) = ridotto di 3,4 p.p. in 5 anni
——————————–
CS: 105,8 (2005) > 103,5 (2007) = ridotto di 2,3 p.p. in 2 anni
CD: 103,5 (2007) > 115,8 (2009) = AUMENTATO di 12,3 p.p. in 2 anni
——————————–
Fonti:
1995-1999: http://www.bancaditalia.it/pubblicazioni/relann/rel05/rel05it/relaec/rel05_finanza_pubblica.pdf (p. 169)
2000-2009: http://www.bancaditalia.it/pubblicazioni/relann/rel09/rel09it/economia_italiana/rel09_13_finanza_pubblica.pdf (p. 148)

Ciao, FourCorners
it.wikipedia.org/wiki/Pil

* 1996 +2,1%
* 1997 +1,9%
* 1998 +1,4%
* 1999 +1,7%
* 2000 +3,6%
* 2001 +1,8%
* 2002 +0,3%
* 2003 +0,0%
* 2004 +1,1%
* 2005 +0,0%
* 2006 +1,9%
* 2007 +1,9%

* 2008 -1,0%
* 2009 -5,0% (Dato Istat diffuso il 01/03/2010 )

PIL in ITALIA e RESTO del MONDO

Filed under: Governi, PIL — previsionistampa @ 02:45

GOVERNI e PIL

Filed under: Governi, PIL — previsionistampa @ 02:44

RISCHIO SISMICO in ITALIA

Filed under: Governi, Immobiliare — previsionistampa @ 02:39

ATTIVITà delle BANCHE

Filed under: Governi, PIL — previsionistampa @ 02:36

Altalena prezzi immobiliari in Europa

Filed under: Governi, Immobiliare, PIL — previsionistampa @ 02:32

Scadenze mutui immobiliari americani

Filed under: Governi, Immobiliare — previsionistampa @ 02:31

RATING

Filed under: Governi, PIL — previsionistampa @ 02:29

DEBITO PUBBLICO

Filed under: Governi, PIL — previsionistampa @ 02:23

PIL e DEBITO

Filed under: Governi, PIL — previsionistampa @ 02:21

S&P/Case-Shiller Home Price Indices- marzo 2010 indice prezzi 20 citta

Filed under: Consumi, Governi, Immobiliare, PIL — previsionistampa @ 02:18

U.S.home price values non-adjuted
http://www.standardandpoors.com/indices/sp-case-shiller-home-price-indices/en/us/?indexId=spusa-cashpidff–p-us—-
Indice prezzi 20 città più importanti degli Stati Uniti

gennaio   2000    100
gennaio   2001    112,39
gennaio   2002    120,64
gennaio   2003    135,64
gennaio   2004    151,69
gennaio   2005    176,44
gennaio   2006    202,44
giugno     2006   206,52-il punto massimo
gennaio   2007    202,31
giugno     2007 si cominincia a lanciare allarmi sui mutui sub-prime
gennaio   2008    180,68
gennaio   2009    146,35
inverno-primavera 2009 immissione di liquidità abnorme e bonus fiscale di $ 8.000 ad ogni acquisto.
aprile      2009    139,22- il punto minimo
giugno      2009    141,86
luglio        2009     144,30
agosto      2009    146,00
settembre 2009    146,69
ottobre     2009     146,51
novembre 2009     146,18
dicembre   2009     145,90
gennaio    2010     145,31
febbraio    2010     144,06
marzo       2010     143,35-ultima rilevazione 25 maggio 2010

DEBITO AMERICANO

Filed under: Borsa, Consumi, Governi, PIL — previsionistampa @ 02:14

La Cina, che ha rivisto i dati riferiti a fine dicembre 2009, sarebbe in possesso di titoli del Tesoro statunitensi per 894,8 miliardi di Dollari, ben più dei 755 miliardi stimati in precedenza.
il Giappone poco sotto.

26 gennaio 2010

Berlusconi e i giudici

Filed under: Governi — previsionistampa @ 18:55

Mi hà colpito questa affermazione perchè, secondo me, corrisponde a verità
” i giudici hanno ragione su Berlusconi, e Berlusconi hà ragione sui giudici”

16 gennaio 2010

Eseguito il più colossale Scaricabarile della storia dal debito privato a quello pubblico,Il limite è il 94% deficit/PIL

Filed under: Borsa, Governi, PIL — Tag:, , — previsionistampa @ 03:47

Visto che è stato perpetrato il più colossale Scaricabarile della storia dal debito privato a quello pubblico, anche la maggior parte del rischio è passata in capo agli Stati… i quali avranno pure le spalle più larghe ma fino ad un certo punto.

Dimostrazione di quanto affermo è il fatto che i CDS di numerosi Stati Sovrani (oltre ai soliti “ultimi della classe”) sono diventati più onerosi di molti CDS Corporate: viene dunque considerato più probabile che faccia default un’intero Stato piuttosto che per es. una banca-zombie salvata da uno Stato….
La Ripresa economica keynesiana, foraggiata dall’incremento stellare del debito pubblico, può iniziare a re-inserire la marcia indietro, trascinata verso il basso proprio dall’eccessivo incremento del debito pubblico stesso.

Lo sostengono autorevoli economisti come Reinhart, Rogoff ed Ambrose-Evans Pritchard che hanno cercato di individuare anche il livello percentuale di rapporto debito/PIL dal quale si può innescare l’effetto “pietra al collo”.
Nel caso degli USA, con il superamento del 94% di rapporto debito/PIL potrebbe innescarsi l’effetto “pietra al collo”.

Peccato che, secondo l’agenzia di rating Fitch, già il prossimo anno gli States potrebbero superare la fatidica soglia del 94%…
In Italia ne sappiamo qualcosa: infatti possiamo considerarci un leading indicator in questo campo ….

7 gennaio 2010

Faremo la fine del Giappone

Filed under: Borsa, Consumi, Gossip, Governi, Immobiliare, PIL, Senza Categoria, Sesso, Star bene, Viaggi — Tag: — previsionistampa @ 14:45


Sovrapponendo il grafico Giappone da genn 1979 e Europa USA genn 90 fino ad ora corrispondono esattamente.
Così ci saranno altri 2 anni di calo e i prossimi 10 anni di sali/scendi limitati senza crescita anzi.
Speriamo che questo grafico sia falso, ma hò paura di nò.

5 dicembre 2009

Baltic Dry Index, PIL Italia-UE-USA-Cina-Mondo.


Baltix Dry Index : è un indice dell’andamento dei costi del trasporto marittimo e dei noli delle principali categorie delle navi dry (carbone,ferro,grano,ecc non petrolio,materiali chimici,ecc. di liquido) bulk cargo delle principali rotte mondiali.é il principale indicatore del livello della domanda e dell’offerta di tali merci ed è universalmente riconosciuto come 
 il più significativo indice che segnale la tendenza della congiuntura economica dei mesi a venire.

 


PIL Italia—UE—USA—Cina—Mondo

 

2014-Italia+0,5-UE +1,0-USA +3,0-Cina +8,5-Mondo +4,1
2013-Italia-1,0-UE -0,2-USA +2,0-Cina +8,2-Mondo +3,5
———————————————————————–
2012-Italia-2,1-UE -0,-USA +2,7-Cina +9,5-Mondo +4,5

2011-Italia+1,0-UE +1,5-USA +3,0-Cina +9,6-Mondo +4,4
2010-Italia +1,3-UE +1.5-USA +2,6-Cina +9,6?-Mondo +….
2009-Italia -5,1-UE -4,1-USA -1,9?-Cina +9,1?-Mondo -0,1?
2008-Italia -1,0-UE +0,6-USA +1,3-Cina +9,6-Mondo +3,4
2007-Italia+1,9-UE +2,8-USA +2,0-Cina +14,1-Mondo +4,8
2006-Italia+1,9-UE +3,0-USA +2,8-Cina +12,6-Mondo +5,0
2005-Italia+0,0-UE +1,7-USA +2,9-Cina +….-Mondo +4,4
2004-Italia+1,1-UE +2,2-USA +….-Cina +….-Mondo +….
2003-Italia+0,0-UE +0,8-USA +….-Cina +….-Mondo +….
2002-Italia+0,3-UE +0,9-USA +….-Cina +….-Mondo +….
2001-Italia+1,8-UE +1,9-USA +….-Cina +….-Mondo +….
2000-Italia+3,6-UE +3,9-USA +….-Cina +….-Mondo +….
Media inflazione ultimi 10 anni.
USA 2,4%–Cina 2,2%–Giappone-0,3%–Germania 1,6%–Francia 1,7%–GB 2,8%–ITALIA 2,2%–Brasile 7,1%–Canada 2,0%–Russia 12,6%–Spagna 2,8%–India 6,4%–Australia 3.
0%–Messico 4.6%–Corea 3,2% 

CAPITALIZZAZIONE BORSE MONDIALI:
1° NYSE di Wall Strett 16.271 miliardi di $
.2° Tokyo 1.523.3° Shangai 1.397.4° Francoforte 895.

PIL MONDO:

USA 14.791(23,5% del totale). Cina 5.340. 3° Giappone 5.156. 4° Germania 3.332. 5° Francia 2.668. 6° Gran Bretagna  2.222. 7° Italia  2.121. 8° Brasile  1.910. 9° Canada 1.556. 10° Russia 1.507 .11° Spagna 1.467, 12° India  1.367. 13° Australia 1.192. 14° Messico 996. 15°.Corea del sud 991.Totale mondo  57.937. 
UE 16.414, G7 30.816
GESTORI PATRIMONI:
1° Blackblok 3.200.
CICLO IMMOBILIARE in ITALIA
1998: 213 (inizio)
2007: 304 (massimo)
2010: 264 (fine della serie disponibile) 

Base 100 1998 
1998: 100 (213 è il riferimento)
2007: 143 (perché “304” è il 142,72% di “213“)
2010: 124 (perché “264” è il 123,94% di “213“) 

Base 2007 100 
1998: 70 (perché “213” è il 69,93% di “304“)
2007: 100 (304 è il riferimento)
2010: 87 (perché “264” è l’86,84% di “304“)
Strumenti ‹ caorliega.business — WordPress.
<a href=”http://www.net-parade.it/#motori”&gt; <img alt=”Registra il tuo sito nei motori di ricerca” src=”http://www.net-parade.it/risorse/registrazione_motori/bottone.gif&#8221; border=0> </a>

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.