caorliega.business

6 aprile 2011

Ciclo immobiliare deflazionato


Annunci

24 marzo 2011

Compravendite residenziali in Italia.

Filed under: Immobiliare — Tag:, , — previsionistampa @ 05:43

25 gennaio 2011

PIL nel 2011 Mondo +4,4%, Italia +1,0%,Zona euro +1,5%.

Filed under: PIL — Tag:, , , — previsionistampa @ 17:53

Previsioni del FMI:
Mondo 2011 +4,4%, 2012 +4,5%.
Italia 2011 +1,0%, 2012 +1,3%.
Zona euro 2011 +1,5%.
Germania 2011 +2,0%.

GB 4°trim 2010 -0,5%.

12 novembre 2010

Nomisma fa un primo confronto con usa e uk

Filed under: Immobiliare — Tag: — previsionistampa @ 20:10

17 ottobre 2010

Confronto immobiliare USA,GB,Italia


10 ottobre 2010

Gary Shilling dice che i prezzi delle case americane deve scendere del 20%.

Filed under: Immobiliare — Tag:, — previsionistampa @ 00:00

Negli Usa i consumi incidono per il 70% del PIL e il mercato immobiliare per il 4,7%.
I prezzi potrebbero retrocedere sui livelli piu’ bassi della tendenza di lungo termine e forse persino scendere sotto. Cosi’ come sono saliti iperbolicamente, possono scendere con la stessa rapidita’ di discesa.

Inoltre un’ulteriore discesa dei prezzi finira’ per fare schizzare al rialzo il tasso di insolvenza e quello dei conseguenti pignoramenti (foreclosures). Il deprezzamento del 20% del real estate Usa spingera’ all’insu’ il numero di proprietari immobiliari in difficolta’ dal 23% al 40%.

27 settembre 2010

Immobiliare USA: male,male,male.

Filed under: Consumi, Governi, Immobiliare, PIL — Tag:, — previsionistampa @ 23:21

Numero compravendite ai minimi dal 1963, primo anno di statistiche.
 I sequestri immobiliari hanno raggiunto la cifra record di 1,65 milioni di notifiche solo nei primi sei mesi del 2010.
Cantieri fermi, non si iniziano nuove case.
I valori delle case scendono e i debiti degli americali salgono:

Il 10% dei proprietari con mutuo non hanno pagato almeno una rata nel primo semestre 2010.
Le persone dichiarano bancarotta. 1,41 milioni di americani lo hanno fatto nel 2009, un 32% in più che nel 2008.
La somma del debito del governo, imprese, consumatori – è attorno 360% del pil, un dato mai raggiunto nella storia degli stati uniti.

26 settembre 2010

Previsioni immobiliari mondiali per il 2011.


L’agenzia di consulenze immobiliari knight frank ha elaborato il suo primo rapporto di previsioni per il mercato delle abitazioni nel 2011. a livello mondiale buona parte dei paesi che avevano registrato una diminuzione dei prezzi invertiranno la tendenza. l’italia è tra questi e si prevedono aumenti contenuti fino al 2,5%

il rapporto spiega come in tutto il mondo negli ultimi cinque anni si sia verificato lo stesso processo: i prezzi delle case sono cresciuti, sono crollati e poi si sono stabilizzati ad un lieve rialzo, in europa, sono tornati a cresce in modo considerevole in altre zone del mondo

in tutto il pianeta i prezzi sono scesi in media del 18% tra il 2007 e il 2008. tuttavia già nel 2010 il 61% dei paesi ha registrato già l’inversione di tendenza

come si può vedere dal grafico la maggior parte dei paesi europei, salvo irlanda e spagna, dovrebbero registrare degli aumenti, lievi, come nel caso di francia, italia e regno unito. aumenti più marcati invece per svezia e norvegia

sarà invece la russia il mercato immobiliare più in attivo, mentre la bolla cinese dovrebbe lievemente rientrare. sorprende invece la previsione sugli stati uniti, viste tutte le notizie negative sulla disoccupazione, i pignoramenti e le difficolta che sta attraversando la prima potenza mondiale

www.idealista.it/news/archivio/2010/09/17/012239-previsioni-immobiliari-2011-litalia-tra-i-paesi-che-escono-dal…

USA prezzi immobiliari dal 1977

Filed under: Immobiliare, PIL — Tag:, , — previsionistampa @ 09:02

18 settembre 2010

Real Home Prices in USA dal 1996

Filed under: Immobiliare — Tag:, , — previsionistampa @ 23:01

30 agosto 2010

CROLLO VENDITA nuove case in USA

Filed under: Borsa, Governi, Immobiliare — Tag:, — previsionistampa @ 18:34


Con il venir meno di incentivi fiscali predisposti dall’amministrazione Obama per l’acquisto della prima casa, le vendite di nuove abitazioni sono crollate -12% a luglio. Siamo allo stesso livello del 1963.

SHILLER E IL P/E STORICO ( siamo appena superiori)


S&P 500  hà dati disponibili dal gennaio 1871.
Media storica del P/E 16,37.
Media mediana 15,74.
Al 28 luglio 2010 media decennale corretta 19,9.
Dal 1991 il P/E è stato sotto quota 16 solo 6 mesi da fine 2008 alla metà del 2009.
Massimo valore dicembre 1999 44,2.
Minimo valore dicembre 1920 4,78.
Shiller (Yale) dice:
Oggi il P/E è appena sopra alla media decennale.
gli utili sono destinati a salire nel breve.
Prima o poi il valore scenderà ed allora varrà la pena acquistare.
Il mercato immobiliare americano dopo un breve recupero dovrebbe ricadere.

MARKET MOVER della BORSA


I dati statistici che influenzano le borse:
EUROZONA
Pmi                                                              fonte: Markit    frequenza: mensile
BCE liquidità/tassi/congiuntura    fonte: BCE          frequenza: varia
GERMANIA
Ifo                                                               fonte: CSEifo     frequenza: mensile
STATI UNITI
FED liquidità/tassi/congiuntura    fonte: FED         frequenza: varia
Ism                                                              fonte: Ist.  for supply man.   frequenza: mensile
Leading Index                                         fonte: The Confer. board   frequenza: mensile
Apertura nuovi cantieri                     fonte: Bureau of Census     frequenza: mensile
Occupazione                                            fonte: Bureau of labour statistic  frequenza: mensile
Euro/dollar                                              fonte: Forex    frequenza: continuo
CINA
Chinese-Pmi                                             fonte: Cina log.    frequenza: mensile
INDICI GLOBALI
Baltic dry index                                       fonte: Baltic exchange    frequenza: continuo

25 agosto 2010

SOGNI REALIZZATI e DA REALIZZARE


SOGNI REALIZZATI e DA REALIZZARE

 
A parte le vacanze che si fanno nelle nostre spiagge,montagne,nella nostra Italia e nella nazioni vicine, le vere vacanze che mi sono rimaste nel cuore e ti hanno fatto sempre sognare prima di farle studiandole e preparando per mesi i percorsi  e dopo nel ricordo delle foto e dei diari scritti sono:

Agosto-1977—-Parigi-Londra-Capitali del nord-Berlino est-in auto e in tenda
Agosto-1979—-Caponord in auto e tenda
Capod’anno-1987—-Le citta imperiali  del Marocco
Capod’anno-1988—-California-Nevada-Grand Canyon-Arizona-Messico-in auto
Agosto-1998—-Canada da Ottawa  all’oceano atlantico in auto
Agosto-1989—-CostaCrocere-Grecia e mar Egeo
Capod’anno-1990—-New York
Agosto-1992—-Coast to Coast in auto da San Francisco a Miami               

Agosto-1993—-Bankog-Singapore-Hong kong-Bali
Capod’anno-1994—-New York e Florida-in auto
Agosto-1994—-Istanbul e giro della Turchia
Aprile-1998—-Marrakesh
Maggio-1999—-Avana e isola di Cuba

Capod’anno-2000—-California-Nevada-Grand Canyon-Arizona-Messico-in auto
( matrimonio a Las Vegas)

Capod’anno-2001—-Thailandia e triangolo d’oro
Capod’anno-2002—-Australia e isole Fiji
Agosto-2002—-Mosca-San Pietroburgo e triangolo d’oro
Capod’anno-2005—-Messico e Yucatan(favoloso agenzia Marcelletti)
Luglio-2005-CostaCrocere Grecia e Turchia
Aprile-2007—-Valle dei Templi
Da giugno 2007 blocco delle spese  per un’altro sogno  molto costoso a Jesolo.

Sogni da realizzare se sarà possibile:

INDIA
TRANSIBERIANA
TRANSHARA
LE PIRAMIDI
In auto in giornata dal Brennero alla punta estrema della Sicilia
Un’altra volta COAST to COAST negli Stati Uniti

piccoli obbiettivi 2010

Firenze Enoteca Pinchiorri ( ultimo della best list del nord che mi manca)
Giro in bici da Lido a Chioggia
Venezia di sera
Venezia,Venezia,Venezia………………..

17 agosto 2010

PIL mondo in miliardi di $


1° USA 14.791
2° Cina 5.340
3° Giappone 5.156
4° Germania 3.332
5° Francia 2.668
6° Gran Bretagna  2.222
7° Italia  2.121
8° Brasile  1.910
9° Canada 1.556
10° Russia 1.507
11° India  1.367
12° Australia 1.192
13° Messico 996
14° Corea del sud 991
Totale mondo  57.937
USA+Europa+Cina+Japan 68% del PIL del mondo.

14 agosto 2010

Sesso,sex,hard,hot,porn,fuck.


Facciamo un’esperimento.
Io, impegnandomi, scrivo dei post che reputo validi.
Le visite sono da 10 al massimo 75 al giorno.
Mettiamo un titolo intrigante e delle foto piacevoli/intriganti e vediamo i risultati.
      

     
     

30 gennaio 2010

Immobiliare Usa prezzi recessioni

Filed under: Immobiliare — Tag:, — previsionistampa @ 03:24

Vendite di case nuove e usate in USA

Filed under: Consumi, Immobiliare — Tag:, — previsionistampa @ 03:20

26 gennaio 2010

S&P/Case-Shiller Home Price Indices novembre 2009 prezzi fermi

Filed under: Immobiliare — Tag: — previsionistampa @ 19:43

Indice prezzi 10 città più importanti degli Stati Uniti
gennaio 1987    62,82
gennaio 1988    70,45
gennaio 1989    77,99
gennaio 1990    82,29
gennaio 1991    78,53
gennaio 1992    77,74
gennaio 1993    76,56
gennaio 1994    75,71
gennaio 1995    76,82

gennaio 1996    76,56
gennaio 1997    78,08
gennaio 1998    82,70
gennaio 1999    90,06
gennaio 2000   100
gennaio 2001   114,58
gennaio 2002   123,93
gennaio 2003   142,86
gennaio 2004   162,90
gennaio 2005   193,35
gennaio 2006   222,46
giugno   2006  226,29-il punto massimo
gennaio 2007   221,31
giugno   2007 si cominincia a lanciare allarmi sui mutui sub-prime
gennaio 2008   196,07
gennaio 2009   157,96
inverno-primavera 2009 immissione di liquidità abnorme e bonus fiscale di $ 8.000 ad ogni acquisto
aprile    2009     150,36- il punto minimo -33,55%
maggio  2009       151,13
giugno   2009       153,20
luglio     2009     155,85
agosto   2009        157,93
settembre 2009  158,61
ottobre 2009       158,52
novembre 2009   158,49-ultima rilevazione 26-01-10

Previsioni immobiliari fosche

Filed under: Immobiliare — Tag: — previsionistampa @ 18:59


Questo grafico (già condiviso e spiegato nel precedente post citato) mostra l’arrivo per fine 2009 / inizio 2010 di una nuova ondata di mutui americani (Alt-A, Option ARM, U-ARM) in scadenza a fronte di un mercato residenziale crollato rispetto al 2007. La conseguenza di ciò è che le citate agenzie governative hanno già visto impennarsi il tasso delle insolvenze dei mutui da loro erogati e il tasso di pignoramenti, infatti (fonte: Mortgage Bamker’s Association – MBA):

– circa il 40% dei mutuatari con un contratto Option ARM sono insolventi;
– proprietari di case, con un buon storico creditizio, si trovano a fine 2009 in ritardo nei pagamenti a causa della crisi. Questa percentuale è salita dal 21% registrato un anno fa al 33% attuale con un incremento in soli 12 mesi di ben 10 punti percentuali;
– il 13% degli americani con mutuo (di qualsiasi tipo) sono in ritardo con i pagamenti o sotto pignoramento;
– il tasso di insolvenze ipotecarie negli Usa è volato al livello record di 9,64% a fine 2009 (5,8% sui soli mutui “prime” – quelli più affidabili…);
– i pignoramenti sui mutui prime, quelli più affidabili, e sui prestiti per la casa assicurati dalla Federal Housing Administration sono balzati ai massimi dal ‘79, arrivando a 3,32% !

Insomma: la dichiarazione di “stato di coma” delle agenzie Fannie & Freddie, con l’erogazione di un fondo garanzia illimitato (l’equivalente della morfina per i malati terminali!), è solo il penultimo atto di un processo degenerativo in atto, e tale “morfina” non potrà fermarne le cause, ossia il crollo del benessere economico degli americani che vivono livelli di disoccupazione record dagli anni ’30!

Anzi – l’approntamento di un fondo di garanzia illimitato anticipa ciò che da un anno scrivo sulla base del grafico su riportato e ben noto ai politici americani: sta per arrivare un nuovo tsunami ben più devastante di quello subprime del 2007, e con prevedibili ripercussioni sui mercati globalizzati.

Uno degli scenari razionali più plausibili attiene le conseguenze di tale crollo di benessere: milioni di americani senza casa e senza i capitali inizialmente investiti, senza lavoro e senza la sicurezza che il terrorismo ha già distrutto, non potranno consumare quanto il sistema economico americano, iper-drogato da decenni di credito facile, richiede per auto-sostenersi.

Tale depressione del sistema economico americano anticipa quanto sta già avvenendo in Italia – basta leggere i bollettini ormai quotidiani dei pignoramenti, delle aste giudiziarie, dei disoccupati sui tetti.

FASE CREATIVA:
Il vero Talento della Complessità è saper immaginare scenari possibili prima e meglio di altri.
http://freeforumzone.leonardo.it/discussione.aspx?idd=9002386&p=15

16 gennaio 2010

2,1 milioni di $ per la CASA PIU’ STRETTA DI NEW YORK

Filed under: Consumi, Immobiliare — Tag:, — previsionistampa @ 03:46

L’abitazione ( casetta a schiera di Bedford Street, nel Greenwich Village è composta da due camere da letto e da due stanze da bagno. Larga 2,9 metri e profonda 9 ) e’ stata ceduta per 2.1 milioni di dollari. Vi hanno abitato celebri personaggi tra cui Cary Grant. Sara’ affittata a $10.000 al mese.
L’abitazione fu costruita nel lontano 1873,  ha ospitato gente di diverse classi sociali ed è stata più volte riadattata alle esigenze dei proprietari. Ad esempio nei primi decenni del novecento è stato la bottega di un venditore di scarpe e più tardi è diventato un negozio di caramelle.

13 gennaio 2010

Inchiesta mensile ISAE presso le imprese delle costruzioni (novembre 2009)

Filed under: Senza Categoria — Tag:, — previsionistampa @ 19:07

Worldwatch Institute: Consumi mondiali


i 500 milioni di individui più ricchi del mondo (circa il 7 per cento della popolazione globale) sono responsabili del 50 per cento delle emissioni globali di anidride carbonica, mentre i 3 miliardi più poveri sono responsabili di appena il 6 per cento delle emissioni di CO2.Sono alcune delle cifre contenute nello State of the World 2010, il rapporto del Worldwatch Institute (appena uscito negli Stati Uniti, in Italia sarà pubblicato da Edizioni Ambiente) dedicato quest’anno soprattutto a un’analisi dei consumi. Ingozzarsi di cibo e di merci non fa bene né ai singoli né all’ambiente. Dal punto di vista della salute individuale c’è da notare che molti degli individui più longevi consumano 1.800-1.900 calorie al giorno, cibi poco trattati e pochissimi alimenti animali, mentre l’americano medio consuma 3.830 calorie al giorno. Dal punto di vista della salute globale c’è da rilevare che tra il 1950 e il 2005 la produzione di metalli è sestuplicata, il consumo di petrolio è aumentato di otto volte e quello di gas naturale di quattordici; un europeo medio usa 43 chilogrammi di risorse e un americano 88; a livello globale ogni giorno si prelevano risorse con le quali si potrebbero costruire 112 Empire State Building. Circa il 60 per cento dei servizi offerti gratuitamente dagli ecosistemi – regolazione climatica, fornitura di acqua dolce, smaltimento dei rifiuti, risorse ittiche – si sta impoverendo. E la corsa a divorare il pianeta diventa sempre più veloce: negli ultimi cinque anni i consumi sono saliti del 28 per cento. Nel 2008, globalmente, si sono acquistati 68 milioni di veicoli, 85 milioni di frigoriferi, 297 milioni di computer e 1,2 miliardi di telefoni cellulari. Non sono aumenti dovuti solo all’incremento demografico: tra il 1960 e il 2006 la popolazione globale è cresciuta di un fattore 2,2, mentre la spesa pro capite in beni di consumo è quasi triplicata.

5 dicembre 2009

Baltic Dry Index, PIL Italia-UE-USA-Cina-Mondo.


Baltix Dry Index : è un indice dell’andamento dei costi del trasporto marittimo e dei noli delle principali categorie delle navi dry (carbone,ferro,grano,ecc non petrolio,materiali chimici,ecc. di liquido) bulk cargo delle principali rotte mondiali.é il principale indicatore del livello della domanda e dell’offerta di tali merci ed è universalmente riconosciuto come 
 il più significativo indice che segnale la tendenza della congiuntura economica dei mesi a venire.

 


PIL Italia—UE—USA—Cina—Mondo

 

2014-Italia+0,5-UE +1,0-USA +3,0-Cina +8,5-Mondo +4,1
2013-Italia-1,0-UE -0,2-USA +2,0-Cina +8,2-Mondo +3,5
———————————————————————–
2012-Italia-2,1-UE -0,-USA +2,7-Cina +9,5-Mondo +4,5

2011-Italia+1,0-UE +1,5-USA +3,0-Cina +9,6-Mondo +4,4
2010-Italia +1,3-UE +1.5-USA +2,6-Cina +9,6?-Mondo +….
2009-Italia -5,1-UE -4,1-USA -1,9?-Cina +9,1?-Mondo -0,1?
2008-Italia -1,0-UE +0,6-USA +1,3-Cina +9,6-Mondo +3,4
2007-Italia+1,9-UE +2,8-USA +2,0-Cina +14,1-Mondo +4,8
2006-Italia+1,9-UE +3,0-USA +2,8-Cina +12,6-Mondo +5,0
2005-Italia+0,0-UE +1,7-USA +2,9-Cina +….-Mondo +4,4
2004-Italia+1,1-UE +2,2-USA +….-Cina +….-Mondo +….
2003-Italia+0,0-UE +0,8-USA +….-Cina +….-Mondo +….
2002-Italia+0,3-UE +0,9-USA +….-Cina +….-Mondo +….
2001-Italia+1,8-UE +1,9-USA +….-Cina +….-Mondo +….
2000-Italia+3,6-UE +3,9-USA +….-Cina +….-Mondo +….
Media inflazione ultimi 10 anni.
USA 2,4%–Cina 2,2%–Giappone-0,3%–Germania 1,6%–Francia 1,7%–GB 2,8%–ITALIA 2,2%–Brasile 7,1%–Canada 2,0%–Russia 12,6%–Spagna 2,8%–India 6,4%–Australia 3.
0%–Messico 4.6%–Corea 3,2% 

CAPITALIZZAZIONE BORSE MONDIALI:
1° NYSE di Wall Strett 16.271 miliardi di $
.2° Tokyo 1.523.3° Shangai 1.397.4° Francoforte 895.

PIL MONDO:

USA 14.791(23,5% del totale). Cina 5.340. 3° Giappone 5.156. 4° Germania 3.332. 5° Francia 2.668. 6° Gran Bretagna  2.222. 7° Italia  2.121. 8° Brasile  1.910. 9° Canada 1.556. 10° Russia 1.507 .11° Spagna 1.467, 12° India  1.367. 13° Australia 1.192. 14° Messico 996. 15°.Corea del sud 991.Totale mondo  57.937. 
UE 16.414, G7 30.816
GESTORI PATRIMONI:
1° Blackblok 3.200.
CICLO IMMOBILIARE in ITALIA
1998: 213 (inizio)
2007: 304 (massimo)
2010: 264 (fine della serie disponibile) 

Base 100 1998 
1998: 100 (213 è il riferimento)
2007: 143 (perché “304” è il 142,72% di “213“)
2010: 124 (perché “264” è il 123,94% di “213“) 

Base 2007 100 
1998: 70 (perché “213” è il 69,93% di “304“)
2007: 100 (304 è il riferimento)
2010: 87 (perché “264” è l’86,84% di “304“)
Strumenti ‹ caorliega.business — WordPress.
<a href=”http://www.net-parade.it/#motori”&gt; <img alt=”Registra il tuo sito nei motori di ricerca” src=”http://www.net-parade.it/risorse/registrazione_motori/bottone.gif&#8221; border=0> </a>

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.